Honsell

Honsell
Udine

Via Mercatovecchio, lavori bloccati dal Tar, Honsell sconfitto

«Bloccare i lavori di via Mercatovecchio è una sconfitta per tutti». Dice Furio Honsell commentando l’ordinanza del Tar che ferma l’inizio del cantiere per la posa della pietra piasentina in via Mercatovecchio, criticatissimo progetto su cui la Giunta aveva puntato tutto, nonostante la contrarietà della gran parte dei commercianti del centro.

«Siamo in una situazione paradossale – precisa Honsell- Prima mi pare che tutti concordassero sulla necessità di intervenire per riqualificare la via eliminando le barriere architettoniche e valorizzando una delle zone più belle della città. La pedonalizzazione era uno dei punti principali del nostro programma e ci siamo attivati per portarlo a termine in collaborazione con la Soprintendenza che ha imposto alcune scelte come quella della pietra piasentina. Abbiamo messo a punto un progetto avallato dalle Belle arti e poi abbiamo introdotto delle piccole modifiche per accogliere i suggerimenti dell’architetto di Confcommercio. Di fatto è cambiata la dimensione di una grata per lo scolo dell’acqua e alcuni aspetti dei sottoservizi sui quali peraltro ci eravamo confrontati anche con la Soprintendenza».

Sta di fatto che fino ad almeno l’11 ottobre, data in cui il Tar discuterà sul merito della questione, i lavori non potranno muovere. L’ordinanza di sospensione, in attesa della pronuncia definitiva dell’organo della Giustizia amministrativa, è comunque il segnale che le questioni portate dai ricorrenti sono serie e vanno affrontate nel merito. La giunta di Honsell invece sperava che il ricorso presentato dal Comitato dei commercianti non fosse preso sul serio dal Tar e che tutto potesse proseguire senza intoppi.

Il Comune, dopo l’assegnazione della gara alla ditta EdilCostruzioni Group srl, aveva infatti programmato l’inizio dei lavori dopo la fine di Friuli Doc in programma dal 7 al 10 settembre.

Le differenze tra il progetto esecutivo del 29 dicembre scorso approvato dalla Soprintendenza e la delibera del 16 maggio scorso che lo ha modificato verranno analizzate dal dipartimento di ingegneria e architettura dell’università di Trieste che, su incarico del Tar, dovrà redigere una relazione entro il 15 settembre.

L’unica cosa certa è che il procedimento amministrativo predisposto dalla Giunta di Honsell ha dato motivo ai giudici amministrativi di dubitare della correttezza dell’iter burocratico, ragion da cui è nata l’ordinanza sospensiva che, come minimo, porterà ad un ulteriore ritardo sulla realizzazione del travagliato progetto.

Leggi tutto
loggia lionello
Udine

Via Mercatovecchio pedonalizzata, addio alla linea urbana 1

I commercianti di via Mercatovecchio a Udine continuano a protestare contro il progetto di ripavimentare con la pietra piasentina la via e renderla compelatamente pedonale. Le iniziative dell’associazione “Amici di Mercatovecchio”, il cui presidente è Gianni Croatto, sono molteplici: la chiusura delle luci, la richiesta atti al Comune per vagliare un eventuale ricorso al Tar. Nel frattempo il Messaggero Veneto continua il suo referendum informale tra i lettori, di cui nei prossimi giorni sarà resto noto il risultato e che dalle prime indiscrezioni, fatte trapelare dal giornale stesso, paiono vedere in largo vantaggio i voti contrari.

Honsell invece continua a difendere e mandare avanti il suo progetto e anzi ha sciolto i dubbi: gli autobus non potranno passare per via Mercatovecchio, così la storica linea urbana 1, una delle più importanti della città e la più frequente in assoluto, dovrà essere dirottata su viale Ungheria, passando probabilmente per piazza Primo Maggio e viale della Vittoria, transitando quindi a varie centinaia di metri ad est dal centro.

Pedonalizzare il centro per renderlo più attraente è in linea di principio giusto, ma rendere il centro più difficile da raggiungere non è il modo migliore per farlo. Questo è palese.

In concreto, al di là del fumoso progetto di istituire delle navette a cui ha accennato Honsell, la linea 1, vera spina dorsale del centro cittadino, che consente ora di raggiungere facilmente le zone pedonali di Piazza San Giacomo, via Cavour e limitrofi, a seguito della pedonalizzazione di via Mercatovecchio, dovrà passare molto più a Est, rendendo il vero cuore della città di fatto non servito dai bus.

Dopo tale cambiamento, le fermate più vicine al centro pedonale saranno quelle di via del Gelso per le linee “occidentali” e piazza Primo Maggio per le linee “orientali”, dirottate dal centro, con evidente meno facilità di raggiungere il cuore della città per gli utilizzatori delle linee di autotrasporto.

 Un centro storico non servito dagli autobus. Questo è il progetto di Honsell?

 

Honsell

Honsell

Leggi tutto
primo carnera con berretta
Regione Fvg / Udine

Palasport Carnera, promesse non mantenute, altro rinvio e costi che aumentano!

Udine rimarrà ancora a lungo senza il proprio palasport. I lavori di ristrutturazione, il cui costo è aumentato sino a giungere la cifra di 4 milioni e 375mila euro (oltre un milione in più rispetto a quanto preventivato), dureranno ancora almeno un paio di mesi, secondo quanto dichiarato dal sindaco Honsell, dopodichè si comincerà a pensare alle operazioni di collaudo e a programmare l’inaugurazione.

Sarà la volta buona?

Difficile crederci, se è vero che a fine settembre 2016, l’Assessore Scalettaris (clicca qui per leggere l’articolo del Messaggero Veneto del 27 dicembre 2016) aveva dichiarato testualmente che “I nostri uffici sono già al lavoro in modo tale da poter festeggiare il 23 dicembre il ritorno a casa della pallacanestro udinese”… Le feste natalizie sono passate e il cantiere non è affatto terminato. Le solite promesse non mantenute.

Spiace che l’amministrazione comunale di Udine, adeguandosi a gran parte delle altre, non sia in grado in nessun modo di programmare un lavoro, piccolo o grande che sia, senza che questo non venga terminato in ritardo, male e con aggravio di costi.

carnera francobollo

Leggi tutto